Stampa questa pagina
%AM, %09 %345 %2015 %07:%Giu

UN GIORNO IN SENATO

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

#opensenato per la Formazione Professionale

Gli allievi del corso “Tecnico di cucina” sono stati invitati a visitare il Senato della Repubblica, grazie all’invito della Senatrice Magda Zanoni. Ecco di seguito alcune testimonianze

“ I giorni che ho trascorso in gita a Roma, sono stati indimenticabili.

Non trovo neanche le parole per descrivere questa esperienza, perchè davvero io me la vivrei e rivivrei mille volte.

 

In questi due giorni la nostra classe era davvero unita, io mi sentivo parte di essa perchè ridevamo, scherzavamo per ogni cosa e il nostro legame andava oltre ad un semplice rapporto tra compagni di banco.

Ognuno ha intrapreso questo anno scolastico per motivi diversi e chi più e chi meno, ha legato con i compagni di classe e ha dato un peso significativo del suo impegno in questo percorso.

A Roma mi sono divertita un sacco, soprattutto perchè era la prima volta che la visitavo.

Roma è piena di monumenti e di vita; a visitarla non ti stanchi mai.

Se ritornassi so che non riproverei le stesse emozioni.

La visita al Senato è stata una bella esperienza, anche per vedere e provare in prima persona, le difficoltà e le responsibilità che affrontano i nostri politici ogni giorno.

Non tutti si impegnano come la nostra Senatrice Magda Zanoni. Grazie a lei ho avuto la prova che alcuni politici danno il cuore e si impegnano per questa società.

Il difetto che accomuna le menti di noi italiani è che tendiamo a generalizzare troppo senza chiederci se davvero tutti sono così.

Io per la prima volta mi sono interessata alla politica: ho sempre trovato l’argomento lontano dal mio modo di pensare e non mi ha mai interessato. Adesso comincia a interessarmi e grazie a questa esperienza mi sono anche ricreduta un po’. La Zanoni, con le sue parole, è riuscita a farci crescere e a farci riflettere.

In questa gita ho ritrovato la mia passione per la fotografia.

Tutti dall’inizio dell’anno siamo cresciuti. Molti si conoscevano già, invece io non conoscevo quasi nessuno. Piano piano tutti ci siamo integrati e siamo diventati una bella classe.

E...so già che il prossimo anno questa classe mi mancherà.

Ringrazio tutti i formatori ed il direttore per questa splendida gita che per me è stata davvero un’esperienza straordinaria.” Elisa Baretta

“Il 20 e 21 maggio ci siamo recati a Roma per concludere un lavoro iniziato precedentemente in classe. Per questa occasione siamo stati invitati in Senato, sia per pranzare, sia per assistere ad una seduta.

[...] Il cibo era buonissimo e le porzioni molto abbondanti, ma io non ero per nulla a mio agio, forse perchè cercavo di non mettere i gomiti sul tavolo e tenere il tono di voce basso.

Mi è piaciuto molto, alla fine del pranzo, che Magda Zanoni ci abbia rinuniti tutti intorno a un tavolo e ci abbia consegnato un libro intitolato “Dentro il Senato della Repubblica”, spiegandoci come avviene la votazione e dicendoci che esiste una Biblioteca del Senato che conserva settecentomila volumi circa. Inoltre ci ha ricordato che nel pomeriggio avremmo assistito alla seduta, cogliendo l’occasione per informarci di alcune regole da rispettare: non si può applaudire, non si può indicare nessun senatore e se ci avessero rivolto dei saluti ufficiali, ci saremmo dovuti alzare in piedi. Infatti la vicepresidente Valeria Fedeli ci ha rivolto il saluto ufficiale e in quel momento mi è sembrato di essere una persona famosa, sentendo l’applauso di tutti i senatori per noi.

Sono rimasta un po’ delusa dal comportamento di alcuni senatori che non prestavano attenzione a chi in quel momento faceva le dichiarazioni di voto. Nonostante ciò è stata una bellissima esperienza. [...]"

Sara Pussetti

 

uda foto Roma.jpg

Letto 4433 volte Ultima modifica il %AM, %14 %523 %2017 %11:%Mar

Ultimi da Super User

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti (es. Google Analytics, interazione Social Network, ecc), per migliorare la Sua esperienza e offrire servizi in linea con le Sue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento del sito, Lei acconsente all’uso dei cookie.